Blog

5 diverse insalate giapponesi e come prepararle

By 25 Settembre 2019 No Comments

5 diverse insalate giapponesi e come prepararle

Fresche e sfiziose, ecco alcune tra le più invitanti insalate della cucina giapponese per un pieno di gusto e colore

Pronti per provare le ricette delle insalate giapponesi più amate? Dalla cucina del Paese del Sol Levante arrivano delle chicche perfette per allietare il pranzo o la cena con un tocco di orientale che non guasta.

Se le insalate giapponesi con alghe sono tra le più conosciute, tanti sono i tratti distintivi di un’insalata orientale che si rispetti, ad iniziare dall’agrodolce. A completare il quadro vengono, poi, gli ingredienti indispensabili, tra i quali spiccano il cavolo cappuccio, le arachidi, il salmone, i gamberi. C’è, infine, il condimento, il cui punto di partenza è solitamente la salsa di soia.

Voglia di sperimentare? Ecco 5 insalate giapponesi da provare alla prima occasione.

1. Insalata giapponese wakame

L’insalata di alghe wakame è una delle più gettonate quando ci si concede un pasto orientale in un qualsiasi ristorante giapponese. Gustarla presso Konnichiwa può fare la differenza, ma  se la si vuole fare in casa, ci si può sempre procurare delle alghe wakame, metterle a bagno in acqua tiepida per circa mezz’ora, quindi scolarle e condirle con una salsa ottenuta mescolando della salsa di soia con del mirin, dell’aceto di riso, dell’olio e dei semi di sesamo, e del peperoncino a piacere.  Una volta condita, fate riposare l’insalata in frigo per 30 minuti prima di servirla.

2. Insalata di cavolo giapponese

L’insalata di cavolo verza giapponese è da provare! Per realizzarla in casa affettate a striscioline sottili del cavolo verza e tenetelo da parte mentre preparate il condimento. Affettate del cipollotto ed unitelo al cavolo, quindi utilizzate una miscela ottenuta mescolando aceto di riso con sale e zucchero, e olio di semi di girasole. Fate riposare questa insalata di verza marinata in agrodolce, anche in questo caso, da un minimo di 30 minuti ad un massimo di tutta la notte.

3. Insalata sashimi

Per preparare l’insalata sashimi, vi basta tagliare a fette del salmone, del tonno o altro pesce precedentemente abbattuto, quindi accompagnarlo con dell’insalata mista, delle alghe a piacere e del cipollotto fresco a rondelle, quindi condire il tutto con semi di sesamo, una vinaigrette e della salsa di sesamo a piacere. Personalizzatela con l’aggiunta di daikon, carote o altro ortaggio preferito tagliato a julienne.

4. Kani salad

La kani salad è un’insalata super sfiziosa. Direttamente dalla cucina giapponese, per prepararla unite a della polpa di granchio del mango tagliato a cubetti, un cetriolo a fettine e del panko sbriciolato. Condite il tutto, ma solo prima di portarla in tavola, con un dressing fresco a base di aceto di riso, zucchero, paprika, zenzero grattugiato e della sriracha.

5. Insalata giapponese di polpo (Tako sunomono)

L’insalata di polpo è un piatto fresco e sfizioso nel quale il pesce viene accompagnato da verdure condite con una deliziosa salsa agrodolce. Per realizzarla tagliate i cetrioli a fette e teneteli da parte per far perdere loro l’acqua in eccesso, quindi affettate il polpo precedentemente bollito. Preparate il condimento mescolando dell’aceto di riso con zucchero e salsa di soia. Unite i cetrioli, il polpo, dell’alga wakame e condite con la salsa. Completate con dello zenzero a fette e dei semi di sesamo e gustate.