Blog

Come si prepara il riso bianco giapponese?

By 24 Aprile 2019 No Comments

Come si prepara il riso bianco giapponese?

Alla base di parecchie ricette nipponiche, il riso bianco giapponese costituisce una preparazione semplice ma che richiede alcuni accorgimenti

Se siete stati in Giappone o avete un minimo di esperienza della cultura gastronomica locale, saprete come il riso bianco al vapore rappresenti il fulcro di ogni pasto giapponese che si rispetti.

La ricetta del riso bianco giapponese si realizza, al giorno d’oggi, ricorrendo alle comuni cuoci riso, elettrodomestici caratterizzati da un utilizzo pratico ed intuitivo. Queste sono andate via via a sostituire gli antichi kamado, delle simil fucine delle quali ogni casa giapponese era dotata, e sulle quali andava posta la tradizionale kama al cui interno, appunto, si cuoceva il riso ad ogni ora del giorno.

Si tratta di un’abitudine, quest’ultima, che non è cambiata: ricordiamo, infatti, come una ciotola di riso al vapore giapponese – il cosiddetto gohan – rappresenti per gli orientali l’equivalente del nostro pane.

Quale riso

Una domanda, a questo punto, non può che sorgere spontanea: quale tipo di riso si deve utilizzare per preparare il gohan in casa? Iniziamo col dire come una caratteristica proprietà del riso giapponese sia quella di presentarsi, dopo la cottura, con chicchi ben distinti ma appiccicati tra di loro, in modo da consentire un facile prelievo con le bacchette.

Viene da sé che – a meno che non abbiate la possibilità di reperire l’Akita Komachi – il riso consigliato per tale preparazione sia il Vialone Nano o l’originario. Un risultato ancora migliore, però, si ottiene senza dubbio con il comune riso per sushi. Troppo pigri per andarne alla ricerca? Per gustare un riso cotto alla perfezione è preferibile, ovviamente, recarsi in un ristorante giapponese che magari vanti un ricco menù, proprio come Konnichiwa.

Ingredienti

1 tazza di riso
1 tazza di acqua
1 pezzetto di alga kombu (facoltativo)

Preparazione

Iniziate la preparazione del riso bianco con il lavaggio del cereale. Lavate il riso con acqua fredda più volte, fino a quando l’acqua sarà diventata totalmente limpida. Tale passaggio serve ad eliminare l’amido presente e ad ottenere dei chicchi ben separati.

Effettuata tale operazione, trasferite il riso in una pentola e copritelo con l’acqua. Ponete il coperchio ed accendete la fiamma, che in questa prima fase di cottura dovrà essere vivace. Non appena giunto il bollore, senza sollevare il coperchio, abbassate la fiamma al minimo e continuate a cuocere per circa 10 minuti.

Trascorsi anche questi, spegnete la fiamma e fate riposare il riso per 10 minuti ancora. Solo a questo punto potete alzare il coperchio e mescolare delicatamente il riso, quindi gustarlo o procedere con la preparazione di turno.